Cimici dei letti - SERENA ECOSERVIZI

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cimici dei letti

Igiene ambientale > Disinfestazioni > Infestanti
Cimex lectularius Cimici dei letti
Importanza sanitaria
La puntura delle cimici causa fenomeni allergici determinati dall’inoculazione di un anticoagulante contenuto nella saliva dell’insetto, con conseguente formazione di edema ed eritema localizzato e pruriginoso. Le infezioni batteriche nella zona edematosa sono secondarie causate dall’atto del grattarsi. Non ci sono segnalazioni di trasmissione di patogeni da parte dui questo insetto.

Cimici dei letti ,Cimex lectularius

La cimice dei letti fa parte della famiglia delle Cimicidae (cimice piatta) dell'ordine degli insetti, che si è specializzata quale ectoparassita ematofago degli uccelli, dei mammiferi e dell'uomo. Cimex lectularius, la cimice dei letti comune, è ospitata quasi esclusivamente dall'uomo. Se questo non è disponibile, le cimici dei letti succhiano anche il sangue degli animali domestici, del pollame, degli uccelli e dei pipistrelli. Cimex lectularius è una specie ormai diffusa nel mondo intero e soprattutto nelle zone climatiche temperate del Nord-America, dell'Europa e dell'Asia centrale. Nelle regioni tropicali del Sud-America, dell'Asia e dell'Africa, la cimice dei letti è sostituita dalla cimice dei letti tropicale Cimex hemipterus per la quale i livelli di umidità e di temperatura richiesti sono un po' più elevati. Vengono spesso confuse con i parenti stretti delle cimici dei letti che attaccano pipistrelli ed uccelli  Distribuzione: Le cimici dei letti penetrano in un nuovo domicilio come passeggeri clandestini con bagagli da viaggio e con oggetti vari quali: mobili, tappeti, materassi, quadri ed altri oggetti. Da li, sulle loro sei zampe, possono propagarsi attivamente. I rifugi preferiti dalle cimici dei letti sono nelle immediate vicinanze dei nostri letti o dei nostri divani, dove il loro ospite dorme. È lì che le cimici dei letti si rifugiano durante il giorno in fessure e cavità. Escono solamente la notte dai loro rifugi per nutrirsi di sangue. Si trovano cimici nelle pieghe dei materassi, in fessure e crepe nei castelli, nelle reti e dietro le testate dei letti, dietro i comodini, i quadri, le coperture o le tappezzerie scollate, sotto i battiscopa, in canali elettrici ed interruttori, nelle fessure di serramenti difettosi. I rifugi ed i  sentieri delle cimici sono facilmente reperibili per le macchie scure dei loro escrementi  Da alcuni anni le cimici dei letti stanno guadagnando terreno nel mondo intero.

Alimentazione: Tanto le ninfe quanto gli adulti succhiano di preferenza nell'oscurità. Alla temperatura ambiente la cimice dei letti adulta succhia del sangue ogni 3 a 7 giorni, ma quando la temperatura è più alta e l'ospite è a disposizione, succhia più spesso. Le larve devono nutrirsi di sangue prima di ogni muta. A
riposo, piega il suo pungiglione sotto la sua testa ed il suo protorace. Per pungere, cerca un posto adeguato sulle parti libere del corpo, per esempio il collo, il viso, il petto, gli avambracci ed i polpacci. La pelle viene punta con uno stiletto formato da due tubicini capillari. Il labbro inferiore resta fuori. Attraverso questo doppio tubicino, da una parte viene iniettata saliva anticoagulante e all'altra viene succhiato il sangue. Il processo
di suzione dura da 3 a 20 minuti. La cimice dei letti punge sovente parecchie volte alla ricerca di un capillare. Le pruriginose pustole così prodotte, della dimensione di una lenticchia fino ad una moneta da un centesimo, non sono tuttavia allineate come nel caso delle pulci.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu