Problema igienico - SERENA ECOSERVIZI

Vai ai contenuti

Menu principale:

Problema igienico

Igiene ambientale > Allontanamento piccioni e gabbiani

Piccioni: convivenza sì, sovraffollamento no
  

I centri urbani offrono le condizioni ideali per il sostentamento e la riproduzione delle popolazioni di colombi randagi e, per tale motivo, si vanno sempre più manifestando i problemi legati al loro incontrollato sviluppo. Se è vero che i colombi rappresentano un elemento che dona vivacità e colore alle città, non si può negare che la loro presenza nei centri urbani generi molteplici problemi alla cittadinanza e costi non trascurabili per le Amministrazioni Pubbliche.
Il problema più evidente è quello legato alla sporcizia che essi e in particolare le loro deiezioni, arrecano a strade, piazze, edifici pubblici e privati, comportando oneri crescenti non solo a carico dei servizi di Igiene Pubblica, ma anche degli stessi privati cittadini.
Accanto a questo aspetto vi sono i danni gravi e irreversibili dell'azione meccanica di artigli e becco dei colombi e quella chimica delle loro deiezioni, che gravano sulle opere del patrimonio artistico custodito nei centri storici delle nostre città. Inoltre, il colombo rappresenta un potenziale rischio per la salute dell'uomo e di altri animali, anche di valore zootecnico. Infatti indagini sanitarie hanno ripetutamente dimostrato che il colombo di città è frequentemente portatore di patologie zoonotiche e non è raro il caso di
trasmissioni di infezioni dal colombo all'uomo. Questo aspetto assume un significato particolarmente rilevante soprattutto alla luce della dimensione globale delle più recenti emergenze sanitarie, rispetto alle quali il ruolo della prevenzione si propone come la via principale per la tutela della salute pubblica.
                                                                                       

I nostri sistemi




Ragioni igieniche
I piccioni portano 60 tipi di malattie

I danni da sovrapopolazione dei piccioni, incidono anche sulla salute e sull’ecologia in senso lato, in modo direttamente proporzionale alla concentrazione per unità di superficie, specialmente nei loro “siti dormitorio”.
Lungi dal voler fare allarmismi inadeguati, sono tanti i pericoli per la Salute anche perchè sono molto spesso sottostimati, a volte addirittura negati. Diversi uccelli, come i Piccioni (come  anche le galline)sono frequentemente portatori di Salmonelle. Una ricerca condotta in varie città italiane ha portato in evidenza che dal 50 al 90 % dei piccioni urbani, oltre che di vari tipi di Salmonella, sono portatori  o affetti da Clamidya, Listeria, Campylobacter, Yersinia, Criptosporidium, virus  delle varie influenze aviarie, Candida, Histoplasmi, ecc.
Sono frequentemente infestati (anche a causa della loro debilitazione da sovraffollamento e da non idonea alimentazione) da Zecche, Cimici, Pulci Aviarie, Afidi. Difficilmente patologie provocate da tali agenti patogeni (ammesso che  siano diagnosticate!) vengono attribuite dai medici all’esposizione a residui di piccioni urbani.

La contaminazione fecale diffusa, i residui di piume, e la loro polverizzazione, specialmente con loro diffusione in presenza di vento, possono creare problemi sanitari in bambini, anziani, allergici, immunodepressi

I nostri sistemi 





 
Torna ai contenuti | Torna al menu