Zecche e pulci - SERENA ECOSERVIZI

Vai ai contenuti

Menu principale:

Zecche e pulci

Igiene ambientale > Disinfestazioni > Infestanti
Le zecche sono artropodi adattati alla vita parassitaria. Si comportano pertanto da parassiti esterni di mammiferi, uccelli e rettili e da questi ricavano pungendo e succhiando, il sangue necessario al loro sviluppo.
Le zecche si suddividono in due gruppi ben distinti: gli Ixodidi (zecche a corpo duro) e gli Argasidi (zecche a corpo molle).

Entrambi i gruppi sono importanti vettori di agenti patogeni (virus, batteri, rickettsie, protozoi) pericolosi per l’uomo ed altri animali. Una delle malattie più note trasmesse dalle zecche è la malattia di Lyme .

Che cosa si si intende per "Malattia di Lyme"?
La malattia di Lyme o Borreliosi di Lyme, è una malattia infettiva causata da un batterio il cui nome è BORRELIA. Questo microrganismo si trova all'interno di alcune zecche (Fig.1 e 2) e può essere trasmesso all'uomo quando esse si attaccano alla pelle. E' una malattia che, una volta riconosciuta, può essere curata e guarita.

COME SI RICONOSCE?

I° STADIO Dopo la puntura della zecca può comparire, in alcuni casi, intorno alla puntura, un arrossamento della pelle che tende lentamente a ingrandirsi (si chiama Eritema Migrante). Esso si manifesta dopo un periodo che varia dai 2 ai 40 giorni dalla puntura del parassita; può scomparire spontaneamente senza nessuna cura dopo alcune settimane (ma ciò non significa che l'infezione sia risolta!).
II STADIO Se l'infezione non viene riconosciuta e curata può diffondersi nel giro di qualche mese a tutto l'organismo e dare disturbi talvolta importanti. In particolare può interessare:
>> la pelle: possono apparire delle chiazze rossastre in più parti del corpo;
le articolazioni: quelle colpite potranno essere dolenti (es. ginocchia, gomiti);
>> il sistema nervoso: in un minor numero di casi si possono rilevare anche problemi importanti come la meningite e la paralisi del nervo facciale;
>> raramente anche altri organi come il cuore, gli occhi, il fegato, i reni ed i polmoni, possono essere interessati dalla malattia.
III STADIO Sempre se non riconosciuta e curata, dopo un anno e più si possono evidenziare ancora altri disturbi alla pelle, alle articolazioni (dolori e rigonfiamento di una o alcune articolazioni) e al sistema nervoso.




 
Torna ai contenuti | Torna al menu